RELAZIONE MORALE DEL CIRCOLO PAOLO BENTIVOGLIO ANNO   2014

 

Carissime socie e carissimi soci, come ogni anno il comitato direttivo è lieto di fornire le più ampie informazioni relative agli obiettivi raggiunti dal nostro circolo nel corso dell’anno 2014 in modo da consentire la formulazione di pareri e suggerimenti sulle attività in programma per il 2016.

Nel corso del 2014 il circolo ha proseguito nella sua politica tradizionale volta alla ricerca di integrazione tra vedenti e non vedenti, alla promozione dalla piena autonomia dei nostri soci con limitazioni visive ed a una sempre più alta offerta di momenti di socializzazione, svago e cultura.

 

La storica scuola di lettura e scrittura braille diretta dalla dottoressa Martinelli ha continuato il trend positivo delle iscrizioni, tanto che le aule sono affollate di persone desiderose di apprendere e di socializzare.

Le insegnanti Giuliana Colombo, Antonietta Patelli e Graziella Schiavi hanno dato prova di grande sensibilità e professionalità permettendo a molti iscritti, demoralizzati e abbattuti dalla perdita della vista di recuperare proprio attraverso lo scambio esperienziale una sempre maggiore serenità ed autonomia.

La scuola braille è stata affiancata da una serie di incontri collettivi diretti dalla dottoressa Erica Monteneri al fine di permettere il superamento del lutto visivo e la riappropriazione di un’autonomia e di un’autostima considerate ormai perdute.

Il numero dei frequentanti è attualmente attestato a 26 persone.

 

La scuola di ballo liscio e latino americano diretta da Margi Arrone e la sua splendida èquipe, come ogni anno, ha avuto un notevole successo e gli allievi più bravi si sono esibiti in un applauditissimo spettacolo presso la sala Barozzi, unitamente ai ballerini di danza rinascimentale che in costume d’epoca hanno dato vita alle pavane e aggraziati balli rinascimentali.

Un grazie particolare all’associazione ADA diretta da Chiara Gelmetti che tanto ha contribuito al successo di questa iniziativa.

 

La famiglia artistica milanese ha tenuto l’ormai tradizionale corso di manipolazione della creta.

Un grazie particolare alla presidente Maria Rosa Tavazzani e un ricordo deferente alla scultrice Bruna Zanon che fino all’ultimo respiro ci ha dedicato il suo prezioso insegnamento.

 

Sono stati organizzati, su interessamento del consigliere Fabio Dragotto, un corso di trucco e di estetica personale ed un corso di intreccio con cordonati e materiale di recupero sotto la direzione di Emanuela Margonari che ha insegnato a creare borse, stuoie ed altri oggetti che possono indurre soci creativi ad inventarsi un vero e proprio lavoro.

 

Le dottoresse Daniela Solzi ed Erica Monteneri hanno proseguito con cadenza mensile un corso di autostima con la realizzazione di veri e propri psicodrammi volti a superare momenti di impasse emotiva fortemente condizionanti per lo sviluppo della personalità dei partecipanti.

Il risultato finale è stato entusiasmante e si è creato un clima di amicizia e di empatia reciproca suggellata da una carica di energia positiva duratura nel tempo.

 

Sempre grande l’interesse del pubblico per il cineforum diretto da Giancarlo Zappoli che coglie dalla proiezione dei maggiori successi cinematografici dell’anno l’occasione di interessanti dibattiti sulle problematiche espresse dai film.

 

Anche il corso volto all’insegnamento dell’I Phone ai soci anziani, tenuto dal consigliere Fabio Dragotto, ha avuto un notevole successo e ha permesso a molti soci di sfruttare le più moderne tecnologie.

 

In maggio un interessante viaggio in Germania con visita guidata a Berlino ha permesso ai soci di conoscere meglio la grande storia tedesca e la sua potenza attuale.

 

Particolarmente piacevole la gita settembrina a Casteggio (PV) organizzata in collaborazione con l’UICI con degustazione presso una cantina di vini locali

 

Il livello degli spettacoli e attività offerto dal circolo è stato particolarmente gradito non solo dai soci ma anche dal territorio, e ciò è dimostrato dal numero crescente degli iscritti che ammontano a 200   segnando così un aumento rispetto al 2012 in cui contavamo 178 soci,del 20% circa.

 

BIBLIOTECA

La biblioteca braille mette a disposizione dei soci 300 titoli (1000 volumi circa). Le opere sono di letteratura classica, religione e poesia con prevalenza di opere di narrativa.

La nostra compianta Carla Colombo ha donato alla biblioteca libri di ricette di cucina e utili insegnamenti di economia domestica.

Antonietta Patelli aggiorna continuamente il catalogo e cura la distribuzione dei testi ai richiedenti.

 

NASTROTECA

La nastroteca ormai non ha più richiedenti perché i nostri soci si rivolgono al Libro parlato di Brescia, alla biblioteca MAC di via Vivaio ed ai Lion’s che indubbiamente presentano un catalogo molto più aggiornato, o agli appositi siti internet per scaricare libri parlati.

 

NASTROTECA MUSICALE

Grazie alla supervisione del nostro esperto musicale Antonio Martino sono stati registrati molti concerti dal vivo

Le registrazioni sono a disposizione di tutti i soci che volessero riascoltare i concerti tenuti.

 

Per la messa in sicurezza del circolo è stato posizionato un corrimano sulla scalinata di accesso, una balaustra protettiva lungo le scale ed un cancelletto sonoro all’inizio del primo gradino di accesso al primo piano. Costo euro 2000,00.

Le indagini del comune relative alle crepe sul pavimento hanno dato esiti rassicuranti poiché le crepe sono di puro assestamento e non riguardano la sicurezza.

 

Ricordo che data ormai la scomparsa di qualsiasi finanziamento provinciale o regionale il circolo deve fare affidamento sulle esigue quote associative e su donativi di privati o associazioni.

Per far comprendere le difficoltà del bilancio basti pensare che il bilancio del 2014 si è chiuso con soli € 22,00 di utili.

Ricordo che, a fronte della totale gratuità dell’opera organizzativa del consiglio direttivo, le spese crescenti non possono essere coperte dalle entrate ordinarie e che il contributo minimo richiesto per gli spettacoli è l’unica via per mantenere un’offerta di svago e di cultura in linea con la nostra tradizione.

Un grazie particolare ai singoli soci e a quelle associazioni che con i loro donativi hanno permesso di mantenere, seppure minimamente, il bilancio in attivo.

 

Ricordo che tutte le attività e gli spettacoli del circolo si possono reperire sul sito dell’Unione www.uicmi.it nella pagina relativa al circolo Paolo Bentivoglio.

 

 Milano 27 giugno 2015